XL a.s.d. a.p.s.

XL A.S.D – A.P.S. è un’associazione nata nel 2016 con l’intento di diventare un punto di riferimento per l’attività sportiva, la danza e le attività ricreative dedicate al benessere. XL muove i suoi passi a partire dal principio statutario secondo cui le attività che propone devono essere: inclusive, senza barriere né discriminazioni, aperte ai linguaggi di espressione contemporanei, accessibili a tutti.  Continua ricerca e sperimentazione sono alla base della visione di XL che ha aperto le porte ad artisti di fama internazionale intrecciando rapporti e definendo gemellaggi con altre realtà similari anche fuori dai confini europei. Oggi l’associazione XL si fa promotrice di Art Container, casa di espressioni artistiche varie. Art container raccoglie l’eredità artistica di Federica Formentini con l’ambizione di declinarla non solo nell’ambito della danza ma allargandola a tutte le arti.

MARCO GALLETTI

Presidente

LAURA MATANO

Direzione Artistica

EMANUELA BARATIN

Direzione Artistica

MARIAGRAZIA FERRO

Ufficio stampa e comunicazione

CIRO PETITTO

Responsabile Amministrativo

LEOPOLDO MELLI

Consulente

SCOPRI LE NOSTRE ATTIVITA’

Federica Formentini

Un nuovo inizio per continuare un sogno. Da qui inizia il sentiero, un’avventura di cui non bisogna essere spettatori ma partecipanti. Per sapere dove andare è fondamentale sapere da dove si viene. Art Container ha un’origine chiara: viene dalla passione, dal movimento, dalla danza, dall’entusiasmo e dall’energia. Tutto ciò che ha caratterizzato Federica, valori che non si disperderanno perché li abbiamo raccolti e custoditi e ora siamo pronti per rimetterli in circolo. Abbiamo dato loro una casa come si fa con le cose preziose, un luogo che si apre a tutti perché condividere un’idea, un progetto, è una delle cose migliori che può succederti. Art container è un simbolo, omaggio a Federica Formentini, danzatrice, amica, figlia, moglie, che ha attraversato la città e le sue anime allargando sorrisi grandi e non risparmiando lo stupore dei “Beh…” che aprivano le sue frasi. Federica, che si è buttata a capofitto senza reti di protezione, lanciando il cuore in avanti e correndo con l’anima e il corpo, con un’energia magica e umile insieme. È per questo che è entrata in molti cuori, vivendo un’esistenza piena e sempre in movimento. Ha liberato nell’aria il suo talento umano e di danzatrice che ha coltivato sul parquet odoroso di legno e di voglia di donarsi. Tante le bambine che sono cresciute con i corsi di danza che ha tenuto, molti gli allievi di pilates e i corsi in cui danza e qualità umane sono state esaltate nel confronto con le fragilità. Questo è un omaggio che facciamo a te, per sentirti sempre vicina a noi, con la speranza che tu possa vedere quanto amore hai donato a tutti noi. Art Container parte da qui, custode di un sogno bellissimo, il tuo!

Perché ART CONTAINER

Per sapere dove andare comunque, è importante sapere da dove si viene. 

Questo progetto è nato ahimè, dalla perdita di Federica, una moglie, una figlia, un’amica, un’insegnante, una danzatrice.

Sicuramente farebbe sorridere se lei ora potesse commentare questo progetto, vedendo la sua immagine che la fa da padrona…sicuramente mi direbbe “no beh, ma voi siete fuori”.

Fede era l’entusiasmo, l’energia, la passione, l’amore…era una sognatrice, e mettersi di traverso alle sue idee sicuramente non portava a nulla di buono, dato che era anche leggermente permalosa. 

Oggi siamo qui perché ha insegnato a tutti, a me per primo, una lezione importantissima. 

Se hai un sogno, tienitelo stretto, fino alla fine…perché è l’unica vera forma di libertà che ognuno di noi ancora ha. 

Perché ai sogni non si domanda il passaporto e tantomeno li si può lasciare in mezzo al mare, non hanno un colore predominante, ai sogni non si può dire chi amare. 

Tutti possono sognare, almeno in questo, non esistono barriere o discriminazioni.

E Federica l’ha sempre saputo. Si era laureata in scienze della formazione primaria, ma ha preferito riversare la sua energia magica e umile insieme, nella Danza. Perché aveva provato sulla sua pelle…che condividere un’idea, una passione, un progetto, è una delle cose migliori che può’ succederti. 

Grazie ad essi si possono coltivare e far crescere, relazioni che diverranno indissolubili. Si inizia da bambini ed è un attimo, come amava dire spesso, che ti ritrovi a telefonarti e messaggiarti anche fuori dalle sale di danza, ti confidi, ti apri, scopri che condividere un sogno, rende i legami più forti. E passano gli anni e si è ancora uniti, un collettivo, foglie non più trascinate dal vento ma unite da rami, un albero legato al terreno da solide radici. 

E questo albero è sempre li, perché una volta che ci si lega in modo così forte, difficilmente si riesce a separarsi, e ci si trova a ridere di un video registrato per un matrimonio…o a farsi coraggio fino a tarda notte pregando che tutto si possa risolvere per quella splendida foglia che rischia di prendere il volo.

Un unico io, nella gioia o nella triste intonazione di un ultima canzone per salutarsi dinanzi a un ultimo viaggio e farsi coraggio. Perché la vita spesso ci mette alla prova, ci trasporta in situazioni cui la comprensione va oltre le nostre possibilità.

Art container vuole essere questo…vuole offrire la possibilità di stringere relazioni cosi’ forti da durare una vita, la possibilità di crescere e alimentare i propri desideri, Art Container vuole essere un omaggio a chi ha vissuto il suo sogno, fino all’ultimo attimo di coscienza,  lasciando a noi il compito di custodirlo e portarlo avanti, con la gioia e il sorriso che hanno caratterizzato la vita di Federica. Probabilmente avrebbe invitato tutti ad asciugare le lacrime e smettere di piangere se davvero la amavamo, perché solo il sorriso le avrebbe donato la pace.

Perché in queste situazioni, bisogna saper affrontare spesso le proprie paure, smettendo di essere meri spettatori, e agire, riattivarsi, divenire protagonisti. 

Protagonisti che con la forza che ci ha sorretto fino ad oggi, che ci ha spinto ad andare avanti, possano rendere immortale almeno il ricordo di chi ci è stato portato via troppo presto.

Spero Fede tu possa vedere da lassù quanto amore hai donato a tutti noi, e in quanti ora, uniti, sono pronti a raccogliere il regalo di un sogno, il tuo.

Le sale di attività

Partner del progetto

Scrivici

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci